Offro prestito immediato
Prestiti privati

Offro prestito immediato

Offro prestito immediato: ecco ciò che dovresti sapere

Offro prestito immediato a coloro che ne hanno bisogno senza garanzie.

Chiunque è a conoscenza del fatto che spesso richiedere un prestito alle banche non è semplice. Pertanto, se cerchi dei soldi ma le banche non li erogano, io offro prestito immediato. Tuttavia, chi si affaccia al mondo del credito non è al corrente della procedura che determinerà se la risposta della banca sia positiva o negativa. Naturalmente, esistono molteplici motivi per cui una banca decide di rifiutarsi di erogarti un prestito. Proprio per questo motivo, in questo articolo, scopriremo alcune delle ragioni per cui un prestito può essere rifiutato. Infine, se ti trovi in una di queste situazioni, troverai alla fine dell’articolo una rapida soluzione per marginare tale problematica.


Annunci prestiti da privati: https://prestito-tra-privati.it
Forum prestiti tra privati: https://finanziatoriprivati.it
Blog: https://prestiti-con-cambiali.it

Perché un prestito non viene accettato dalla banca?

Il prestito prevede la cessione di una determinata somma di denaro ad un tasso d’interesse fisso e rimborsabile attraverso un piano di ammortamento a rate. Dunque, una volta richiesto il prestito di una data somma, bisognerà aspettare la risposta della banca che potrà essere positiva o negativa. Se l’esito è positivo, si riceverà la somma richiesta e la si potrà utilizzare per marginare una problematica. D’altro canto, i soldi prestati dovranno ritornare indietro secondo un piano di ammortamento a rate. Pertanto, il richiedente dovrà versare una determinata somma di denaro al mese al fine di raggiungere l’intera cifra richiesta agli inizi.

Tuttavia, la risposta della banca può anche essere negativa. In quel caso, la banca non è disposta ad erogarti un prestito. A quel punto, è normale chiedersi: “Perché l’esito è negativo e la banca non vuole concedermi un prestito?“. In realtà, esistono alcune motivazioni per cui la risposta può essere negativa. Pertanto, andiamo a vedere insieme alcune ragioni per cui ci si può imbattere in una situazione simile.

1) Il reddito o la situazione patrimoniale del richiedente non costituiscono una garanzia sufficiente

Generalmente, la banca ha bisogno di valutare se è necessario concedere un prestito. Pertanto, è fondamentale accertarsi che il richiedente sia in grado di restituire la somma pattuita attraverso un piano d’ammortamento in rate. Per chi non lo sapesse, la quota da versare non deve essere superiore ad un terzo dello stipendio mensile di chi richiede il prestito. Durante la procedura di prestito, bisognerà anche dimostrare a quanto ammonta il tuo reddito.

Ad esempio, è importante esibire la propria busta paga per dimostrare che si è perfettamente in grado di rimborsare il prestito. Tuttavia, ciò non è necessario perché possono anche subentrare interessi passivi ed eventuali spese. Anche se il prestito non riguarda una grande somma, la banca ha bisogno di sapere se il richiedente abbia la forza economica per supportare tutto ciò.

Pertanto, nel caso la documentazione non sia sufficiente a sostenere il rimborso mensile, la banca rifiuterà di concederti un prestito.

2) Una precaria situazione lavorativa

Come abbiamo detto prima, per richiedere un prestito è necessario esibire la propria busta paga. Tuttavia, si possono verificare casi di persone aventi una situazione lavorativa precaria. Da una parte questa situazione risulta un vero e proprio disagio, dall’altra la banca richiederà altri documenti indispensabili. Tra cui:

  • Il proprio documento d’identità e il proprio codice fiscale;
  • Certificato di residenza insieme allo stato famigliare;
  • Una qualsiasi bolletta recente che confermi l’apertura di un’utenza domestica. Ad esempio, una bolletta telefonica oppure riguardante l’erogazione di energia;
  • Documento che attesti l’ottenimento di uno stipendio. In assenza di esso, potrai esibire anche un altro documento come il contratto d’affitto, la dichiarazione dei redditi o comunque, qualcosa che dimostri che ci siano delle entrante continuative.

In assenza di quest’ultimo documento, la banca rifiuterà la tua richiesta di prestito.

3) Il soggetto ha in corso altre domande presentate a più istituti di credito

Infine, la banca può rifiutare la tua richiesta di prestito se hai in corso altre domande di prestiti presentate a più banche. Pertanto, nel caso in cui ci siano altri finanziamenti ancora aperti, la banca a cui ti rivolgerai potrà decidere di respingere questa richiesta. In tal caso, il motivo risiede nel fatto che si ritiene che il soggetto non sia in grado di sostenere il rimborso di così tante rate allo stesso tempo.

Come risolvere questa problematica?

Se ti ritrovi in una di queste spiacevoli situazioni, esiste una soluzione. Pertanto, se cerchi dei soldi ma le banche non li erogano, io offro prestito immediato. Parliamo di un servizio riguardante prestiti tra privati. Ciò significa che la presenza di banche o altri enti di credito sono completamente assenti. Dunque, sarà possibile richiedere un prestito:

  • In contanti;
  • Con prestito cambializzato, ossia con le cambiali;

Il tasso di interesse lo si deciderà insieme in base alla situazione del richiedente ed entro ventiquattro ore avrai modo di ottenere i soldi richiesti. Questa tipologia di soluzione è presente in ogni parte d’Italia poiché i soldi saranno prestati manualmente oppure tramite spedizione entro 24 ore. Tutto questo sarà possibile senza ricorrere ad un anticipo e senza garanzie, a differenza invece delle banche.




Contatto

    Lascia una risposta

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *