Prestito in Italia con busta paga Svizzera
Blog

Prestito in Italia con busta paga Svizzera

Prestito in Italia con busta paga Svizzera

Spesso si ha bisogno di ottenere un prestito per svariati motivi e conoscere tutte le problematiche e le soluzioni che vi sono è di fondamentale importanza.

Richiedere un prestito in Italia con busta paga estera spesso può presentare alcuni problemi, questo perché nonostante in linea di massima ciò possa essere fattibile alcune banche trovano sia più complicato fornire solleciti di pagamento qualora la busta paga sia estera.


Annunci prestiti da privati: https://prestito-tra-privati.it
Forum prestiti tra privati: https://finanziatoriprivati.it
Blog: https://prestiti-con-cambiali.it

Tuttavia, questo non deve spaventare perché richiedere un prestito in Italia con una busta paga svizzera è davvero possibile e fattibile.

Prestito in Italia con busta paga Svizzera: è possibile richiederlo?

Da anni si sta affrontando il dibattito e la questione dei prestiti a italiani che hanno lavorato e percepiscono uno stipendio da uno stato estero e la questione non è ancora stata, del tutto, risolta. Ed è proprio per questo che di solito viene richiesta la presenza di un garante.

A giocare, inoltre, un ruolo fondamentale è il fatto di percepire uno stipendio da uno stato Europeo o Extra-europeo. Con la Svizzera però molte di queste problematiche burocratiche vengono azzerate e questo perché questa nazione ha stretto accordi con gli stati confinanti al fine di rendere il tutto molto più agevole.

Ecco perché i frontalieri ovvero coloro che lavorano in Svizzera ma vivono in Italia possono richiedere un prestito in Italia con busta paga svizzera. Grazie a questo accordo i cittadini italiani così come quelli, francesi, austriaci e germanici possono ottenere un finanziamento percependo uno stipendio svizzero.

In questo modo la burocrazia si dimezza e anche il reperimento delle informazioni, per tutti gli attori coinvolti diventa più facile dando così maggior accesso alla possibilità di aprire una linea di credito.

In poche parole quindi la risposta è: sì, è possibile richiedere un prestito in Italia con busta paga svizzera ma vi è bisogno che sussistano determinati requisiti.

I requisiti per richiedere un prestito in Italia con busta paga svizzera

Oltre ai classici pre-requisiti quali idoneità delle entrate e delle uscite, essere in linea con gli enti creditori e con le tasse è possibile richiedere un prestito in Italia anche lavorando e percependo stipendio in Svizzera qualora si sia in possesso del permesso G.

Questo documento molto importante certifica e regolarizza la possibilità di lavorare in Svizzera pur essendo residenti in Italia e permette di accedere a un prestito presso qualsiasi banca italiana o istituito di credito in Italia.

Come si ottiene il permesso G

Ottenere il permesso G è davvero semplice, facile e veloce, il requisito fondamentale è infatti avere un rapporto di lavoro dipendente con un’azienda o un brand presente sul territorio svizzero.

Un lavoratore in questo modo accerterà di vivere e avere residenza in Italia, dovrà rientrare nel Paese almeno una volta a settimana, ma di lavorare presso un ente svizzero. Il permesso G è quindi molto semplice da ottenere e renderà la richiesta di liquidità davvero facile.

Conclusione

Richiedere in Italia un prestito con busta paga svizzera è davvero molto più semplice di quello che può sembrare a prima vista, non diventa, quindi, molto più complicato che richiedere un normale prestito con busta paga italiana.

Non bisogna quindi lasciarsi spaventare dalle stringenti regole per i lavoratori italiani dipendenti che percepiscono una busta paga estera perché grazie agli accordi internazionali stretti dalla Svizzera con i paesi confinanti sarà davvero semplice richiedere un regolare prestito pur ricevendo un pagamento in busta paga con franchi svizzeri.

Tutto quello che si dovrà avere come prerequisito è il permesso G che viene elargito a tutti i lavoratori o autonomi detti frontalieri ovvero che vivono in Italia ma lavorano quotidianamente in Svizzera passando la frontiera.




Contatto

    Lascia una risposta

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *